RICOMINCIAMO

Eccoci di nuovo qui.

Lo scorso anno – dopo l’ignobile figura contro il sassuolo – mi ero ripromesso di non scrivere più nulla di Milan fino all’inizio di questa stagione. E così è stato.

Ne son successe di cose, nel frattempo: un Allegri esonerato e ora catapultato sulla panchina più comoda d’italia (juve); un Seedorf salutato come salvatore della patria rossonera e poi trattato a cazzi in faccia peggio del peggior Leonardo; un berlusconi sempre assente ma saldissimo al suo posto per intascare e non scucire un soldo; un Galliani imperiale nel distruggere una squadra – col beneplacito del presidentissimo; un nuovo allenatore – Inzaghi – molto più “yesman” dello yesman Allegri.

Abbiamo un Balotelli, un Emanuelson, un Taarabt, un Kakà, un Robinho, un Amelia, un Constant, un Silvestre, un Coppola, un Pignatone e un Birsa in meno; ma abbiamo un Agazzi, un Diego Lopez,un Menez, un Alex, un Albertazzi, un Armero e un Torres in più.

Purtroppo abbiamo ancora un Abate, un Abbiati, un Bonera, un Muntari ed uno Zaccardo in mezzo ai coglioni.

Quindi, in prospettiva futura non saprei che dire, se non un caloroso:

“Tifosi rossoneri
tifosi milanisti
teniamoci per mano
in questi giorni tristi…”

 
dio buono

Annunci